Bando per il finanziamento di progetti di ricerca e sviluppo realizzati dalle Reti Innovative Regionali e dai Distretti Industriali – Azione 1.1.1 SUB A

PRESENTAZIONE

Il bando approvato dalla Giunta Regionale del Veneto con la delibera n. 729 del 26 giugno 2024, mira a potenziare le attività di ricerca e sviluppo, realizzate in sinergia tra imprese e organismi di ricerca, al fine di promuovere la crescita e l’innovazione del sistema economico regionale.

Il bando prevede il finanziamento di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale realizzati da partenariati formati da imprese e organismi di ricerca, organizzati all’interno delle Reti Innovative Regionali (RIR) o dei Distretti Industriali. L’ammontare complessivo delle risorse stanziate per questo bando è pari a 42.187.500,00 euro, di cui 31.250.000,00 euro sotto forma di contributi a fondo perduto e 10.937.500,00 euro come finanziamenti agevolati.

BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal bando i seguenti soggetti:

  • Imprese regolarmente costituite, iscritte e attive nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio. Sono ammesse anche le imprese estere, purché abbiano sede legale in uno Stato membro dell’Unione Europea.
  • Professionisti con partita IVA attiva.
  • Organismi di ricerca iscritti nel portale regionale Innoveneto alla sezione “Catalogo fornitori” entro la scadenza per la presentazione della domanda, e con una sede in Veneto dove saranno realizzate le attività del progetto di R&S.

Imprese e professionisti devono aderire alla Rete Euteknos o appartenere a un Distretto Industriale entro la scadenza per la presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni. È ammessa la partecipazione aggiuntiva di imprese non appartenenti al Distretto, fino al 20% delle imprese partecipanti, se necessaria per specifiche attività del progetto.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili i progetti di ricerca e sviluppo che comprendono attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, ovvero di ricerca applicata. Le attività dei progetti devono rientrare nei livelli compresi tra 3 e 6 del “Technology Readiness Level” (TRL).

I progetti di ricerca e sviluppo devono essere conformi agli ambiti tematici e alle traiettorie individuate nella “Strategia di Specializzazione Intelligente (S3) della Regione del Veneto 2021-2027”. Il progetto dovrà collocarsi obbligatoriamente in almeno un ambito tematico e individuare almeno una traiettoria tecnologica riferita a tale ambito; potrà inoltre indicare uno o più “Driver trasversali” (come “Trasformazione digitale”, “Transizione verde”, “Capitale Umano”, “Servizi di innovazione e modelli di business”) e/o “Missioni strategiche” (come “Bioeconomia” e “Space Economy”). I Progetti di R&S dovranno inoltre evidenziare eventuali sinergie con azioni interregionali, transfrontaliere e transnazionali.

SPESE AMMISSIBILI

Ai fini della realizzazione dei progetti, sono agevolabili le seguenti tipologie di spese:

Spese di personale

Sono ammissibili i costi relativi a ricercatori e personale tecnico (escluso il personale amministrativo) impiegati nel progetto di R&S. Sono inoltre ammissibili i contratti di collaborazione coordinata e continuativa, gli assegni e le borse di ricerca, nonché le borse di dottorato attivate da organismi di ricerca pubblici, purché destinati esclusivamente alla realizzazione del progetto di R&S. Le spese di personale sostenute dalla sovvenzione a fondo perduto saranno rendicontate tramite una tabella standard di costi unitari, mentre quelle sostenute dal finanziamento agevolato saranno quantificate attraverso il costo orario del singolo lavoratore, basato sul CCNL applicato.

Utilizzo di beni strumentali

Sono ammissibili i costi relativi a strumenti materiali e immateriali, e attrezzature, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di R&S. Se gli strumenti e le attrezzature non sono utilizzati per l’intero ciclo di vita del progetto, sono ammissibili i costi di ammortamento e i canoni di locazione e leasing corrispondenti alla durata del progetto, calcolati secondo principi contabili generalmente accettati.

Utilizzo di beni immobili 

Sono ammissibili i costi relativi agli immobili, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di R&S. Sono ammissibili i costi di ammortamento e i canoni di locazione e leasing di beni immobili aziendali corrispondenti alla durata del progetto, calcolati secondo principi contabili generalmente accettati.

Acquisizione di conoscenze e brevetti

Sono ammissibili i costi per la ricerca contrattuale, conoscenze e brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato.

Consulenze tecniche e scientifiche

Sono ammissibili i costi per servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente per il progetto di R&S.

Costi di esercizio

Sono ammissibili i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto di R&S, inclusi i costi di acquisto di componenti per la realizzazione di prototipi, linee e impianti pilota, e di materiali per le sessioni di test.

Brevettazione e difesa degli attivi immateriali

Sono ammissibili i costi per la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali, ma solo per le imprese di dimensione micro, piccola e media (PMI).

Spese generali supplementari

Sono ammissibili i costi indiretti del progetto di R&S, quantificati nella misura del 7% della somma delle spese del progetto sostenute con sovvenzione a fondo perduto.

Ai fini della loro ammissibilità le spese devono essere:

  • Sostenute e pagate a partire dal giorno successivo alla presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni ed esclusivamente dal beneficiario delle agevolazioni del presente bando tramite conto corrente ad esso intestato e nella sua disponibilità. In caso di società sono riconosciute ammissibili esclusivamente le spese direttamente riferibili alla società;
  • Congrue e pertinenti al progetto proposto, nonché direttamente imputabili, necessarie e funzionali alle attività previste nel progetto medesimo;
  • Riferite a beni utilizzati nelle unità operative destinatarie dell’agevolazione, fatta eccezione per l’utilizzo di determinati beni strumentali che, per la loro funzione nel ciclo produttivo e/o di erogazione del servizio, si trovano localizzati altrove, purché ubicati in spazi resi disponibili all’impresa o organismo di ricerca che concorre alla realizzazione del Progetto.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni sul Bando o per partecipare attivamente, Vi invitiamo a contattarci all’indirizzo e-mail info@euteknos.it o al numero 0429603233.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *